venerdì 28 giugno 2013

Rissa in piazza Duomo a Pavia, guardia giurata ferita

PAVIA. Un vigilante all’ospedale e un 30enne denunciato dalla polizia per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. E’ finito così il mercoledì notte pavese, tradizionale appuntamento della movida in centro storico.
Dopo l’una e mezza di notte, infatti, le guardie giurate volute l’anno scorso dai commercianti e quest’anno pagate in parte anche dal Comune sono state chiamate da un locale di Strada Nuova. «C’era un giovane visibilmente alterato – racconta Marco Galandra, assessore comunale con delega alla sicurezza – forse sotto l’effetto di alcol o di droghe». In un primo momento gli uomini della società di sicurezza scelta dal Comune per tenere sotto controllo le vie del centro nelle sere della movida sono riusciti a riportare la tranquillità nel bar, calmando il giovane e convincendolo ad andarsene senza avvertire la polizia o i carabinieri.
Poi però è successo qualcos’altro. «Dopo pochi minuti è tornato – racconta ancora Galandra – e per motivi che non conosciamo è scoppiato un diverbio». L’assessore comunale ricostruisce quanto è successo mercoledì notte grazie al rapporto che le guardie giurate ingaggiate da Comune e commercianti forniscono quasi quotidianamente all’amministrazione comunale. Sembra che da Strada Nuova la rissa si sia spostata verso piazza Duomo. A quel punto sono state avvertite le forze dell’ordine, visto che il giovane non si calmava.
Sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della squadra volante della questura, che hanno fermato e portato in commissariato un ex pugile di 30 anni. Il giovane è stato denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Ma prima che i poliziotti lo portassero via in manette un vigilante era rimasto leggermente ferito. «Prima dell’arrivo delle forze dell’ordine hanno cercato di sedare un po’ gli animi – dice Galandra – e nella confusione della colluttazione una guardia giurata è stata colpita». Per precauzione l’uomo è stato portato all’ospedale: i medici del pronto soccorso del San Matteo gli hanno diagnosticato una contusione lombare guaribile in due giorni. «L’episodio si è verificato dopo l’una e mezza di notte, quando i vigili avevano smontato – spiega l’assessore comunale alla sicurezza – e dimostra l’utilità del servizio di guardie giurate che quest’anno è pagato per il 50% dal Comune: secondo me se non ci fossero stati loro sarebbe potuto succedere qualcosa di ben più grave».

28 giugno 2013

Nessun commento:

Posta un commento