sabato 23 marzo 2013

Si uccide sparandosi alla testa all’interno di un campeggio sul Carso triestino

Si uccide sparandosi alla testa all'interno di un campeggio sul Carso triestino
Trieste – Tragico gesto nella serata del 21 marzo all’interno del campeggio Excelsior a Monrupino, sull’altipiano carsico di Trieste. I militari del Nucleo Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Aurisina e del Comando Stazione Carabinieri di Villa Opicina hanno rinvenuto in un bungalow il corpo senza vita di un uomo, W.D.E., 51 anni, triestino.
L’uomo è penetrato in un capanno del campeggio e si è sparato alla testa con un’arma da fuoco, lasciata incustodita all’interno del locale.
Il bungalow dove si è svolto il dramma è quello in uso a P.M., nato a Torino nel 1965, anch’egli domiciliato nel campeggio Excelsior, guardia giurata in possesso di regolare porto d’armi.
Sulla base dei primi accertamenti il proprietario dell’arma è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità giudiziaria. A suo carico è stata formulata l’ipotesi di reato di omessa custodia di armi.
22 Marzo 2013

Nessun commento:

Posta un commento